fbpx

Oliviero Toscani

Filters

Showing 85–90 of 100 results

Please add widgets to the WooCommerce Filters widget area in Appearance > Widgets

85-90 of 100 products

  • 250,00550,00

    Razza Umana – Uomo Cartagena – 2014

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    250,00550,00
    250,00550,00
  • 250,00550,00

    Razza Umana – Uomo Medellin – 2014

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    250,00550,00
    250,00550,00
  • 250,00550,00

    Roma – 1969

    Fin dagli anni ’60 il legame tra Oliviero Toscani e l’editoria è fortissimo: collabora moltissimo con il giornale L'Europeo della Rizzoli, che acquista tutti i suoi reportage, fino a quando il giornale dello stesso gruppo editoriale, che si occupa di moda e si chiama Annabella, lo chiama chiedendogli di realizzare proprio dei servizi di moda. Fino ad allora la moda è "ingessata", con modelle in pose plastiche, irraggiungibili e dall’aria distaccata. Toscani invece sceglie di uscire per strada, di fotografare le ragazze nei loro comportamenti quotidiani. Da quel momento diventa uno dei fotografi più richiesti da magazine di tutto il mondo. Questa immagine per le strade di Roma fa parte del suo primo servizio per Harper’s Bazaar America.
    250,00550,00
    250,00550,00
  • San Francesco 2019 Oliviero Toscani
    250,00550,00

    San Francesco – 2019

    Un gruppo di giovani senza veli. Un inno contro le guerre civili, contro le mafie e le violenze urbane dell'identità, contro i feroci conflitti etnici, contro le guerre di faglia e di religione, contro il terrorismo e contro tutti i razzismi risorgenti. “Nudi come San Francesco”.
    250,00550,00
    250,00550,00
  • 250,00550,00

    Seminaristi – 1962

    Oliviero Toscani è determinato a fare il fotografo, come il padre Fedele (il primo fotoreporter del Corriere della Sera) e la sorella maggiore Marirosa che, insieme al marito Aldo Ballo, avrebbe creato lo studio fotografico di design milanese più affermato. Sono proprio il padre, la sorella e il cognato a spingerlo a non improvvisarsi, a studiare in una grande scuola di fotografia se proprio è quello il suo desiderio. La migliore scuola di quel momento è a Zurigo, la Kunstgewerbeschule. Il preside era Johannes Itten, il maestro del colore della Bauhaus e tra gli insegnanti c’erano alcuni dei più importanti grafici e fotografi del mondo. Lì impara la teoria del colore, la tecnica e la composizione. Durante il periodo scolastico fa anche diversi concorsi fotografici e li vince tutti, ricavandone così i soldi che gli servono per vivere a Zurigo. Questa immagine è una delle fotografie dei primissimi anni della carriera di Toscani, scattata a Palermo nel 1962.
    250,00550,00
    250,00550,00
  • 250,00550,00

    Sesso e tecnologia – 2014

    Il rapporto dei giovani con il sesso, per un servizio di ELLE France del 2015, è invece il tema della fotografia che ci mostra un ragazzo e una ragazza che nemmeno durante l’amplesso rinunciano a essere connessi.
    250,00550,00
    250,00550,00
Load More

Resta aggiornato