fbpx

Bazaar

Oliviero Toscani Tutte le foto

  • 550,001.500,00

    Patonza – 1993

    Questa fotografia fa parte di una serie esposta alla Biennale di Venezia del 1993. Non si sente il bisogno di scomodare i grandi maestri della storia dell’arte per dire che questa immagine ha ben poco di scandaloso e provocatorio. Sommersi dalla banale volgarità di calendari che proliferano come funghi, questa immagine viene equivocata, e l’accusa di apologia del pensiero che vede le donne come oggetto è dietro l’angolo. Niente di più sbagliato. Questa fotografia è finalmente un inno, in larga scala, alla disinvoltura e all’autenticità delle donne. E l’affinità estetica che più ricorda questa immagine il suo significato, non va cercata nella storia dell’arte (L’origine du Monde di Gustave Courbet), ma nelle prime pagine dei giornali che mostravano, negli anni ’70, cortei infiniti di donne che univano indice e pollice della mano destra con quelli della mano sinistra e alzavano, esultanti, le braccia al cielo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Razza Umana – Uomo Cartagena – 2014

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Tre bambine linguaccia – 1994

    Tre fantastiche bambine che ci fanno una linguaccia. Questo gesto di sfida, impertinente e divertente allo stesso tempo, arriva dopo che Oliviero Toscani si è visto censurare moltissime immagini: cosa meglio di una linguaccia, per dirci che è solo un arrivederci e che la sua fotografia continuerà a smuovere le coscienze?
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Randagio – 2010

    Un cane randagio per il calendario “razza bastarda” che, sfottendo i calendari patinati, ci parla del problema del randagismo, soprattutto in Sicilia, dove è stata realizzata questa immagine.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Teatro – 2005

    Il gruppo teatrale di Aix-en-Provence che danza nudo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Monica Bellucci foto di Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Bellucci – 1988

    Una delle prime fotografie con Monica Bellucci come modella, che fu portata da Oliviero Toscani a Parigi per il giornale Elle, e da lì iniziò la sua folgorante carriera.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Prete e suora – 1991

    Il bacio tra prete e suora ha bisogno di pochissime spiegazioni, è una delle foto più note Oliviero Toscani. Questa immagine ha generato denunce e censure da parte di chi non accettava l’amore universale, ma riteneva imprescindibile la distinzione tra amor sacro e amor profano.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • USA e URSS – 1985 foto di Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    USA e URSS – 1985

    Nel periodo della Guerra Fredda, Oliviero Toscani fotografa due gemellini neri, uno americano e uno sovietico. Con la fotografia si arriva là dove il mondo giungerà quando sarà finalmente civile.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Le Bambole – 1973

    In occasione del Salone del Mobile di Milano, Oliviero Toscani realizza per B&B la prima fotografia che rappresenta il Made in Italy, dove coniuga design e moda. Questa fotografia aprirà un nuovo linguaggio della comunicazione.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Famiglia reale 2015 Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Famiglia Reale – 2015

    Per il marchio Roleski Oliviero Toscani supera i confini e fonda la Libera Real Repubblica di Roleski, che non ha leggi, ma ha un proprio inno che parla di democrazia, amore e libertà. Qui si può vedere un membro della “famiglia reale”, molto distante dal concetto di nobiltà che può venire in mente a tutti.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Razza Umana

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Biglie colorate 1990 Oliviero Toscani foto
    550,001.500,00

    Biglie colorate – 1990

    In due mani tutta la gamma dei colori: dal nero al bianco a un’esplosione cromatica fatta di biglie.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    New York – 1965

    Per la sua tesi alla Kunstgewerbeschule, Oliviero Toscani sviluppa un progetto sul materiale plastico. Questa foto, realizzata a New York, fa parte di quel lavoro sperimentale.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • San Francesco 2019 Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    San Francesco – 2019

    Un gruppo di giovani senza veli. Un inno contro le guerre civili, contro le mafie e le violenze urbane dell'identità, contro i feroci conflitti etnici, contro le guerre di faglia e di religione, contro il terrorismo e contro tutti i razzismi risorgenti. “Nudi come San Francesco”.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Lupo e Agnello – 1990

    Oliviero Toscani gioca spesso sul ribaltamento degli stereotipi ed ecco allora un agnello diventare nero e un lupo diventare bianco.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Famiglia e colori – 1990 foto di Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Famiglia e colori – 1990

    La fotografia di Oliviero Toscani anticipa i tempi e ci suggerisce ancora una volta che lo stereotipo di famiglia che la società di massa vuole imporre è ormai superato: il sesso e la razza non sono più un discrimine.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Lusso – 2015

    Elle, nelle varie edizioni del mondo, è il giornale per il quale Oliviero Toscani ha lavorato di più e a sua volta lui stesso è il fotografo più presente nella storia della rivista. Sono tanti i numeri monografici interamente realizzati da Toscani e questa fotografia viene proprio da uno di questi, dedicato al tema del lusso.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Amish – 2005

    In occasione del lancio della prima auto ibrida al mondo, la Prius Toyota, è una famiglia Amish quella che Oliviero Toscani sceglie per sottolineare la rivoluzione di quel mezzo. È noto che gli Amish rifiutino ogni modernità, se non strettamente indispensabile, e un’auto ecologica con impatto ambientale tendente allo zero ha tutti i presupposti per essere accettata dalla comunità più ostica.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Mani – 1990

    Tra le più iconiche fotografie di Oliviero Toscani utilizzata come campagna di United Colors of Benetton, questa immagine mostra ancora una volta che non è l’uguaglianza, ma la differenza che unisce.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Foglie e petrolio – 1997

    Oliviero Toscani anticipò il tema dell’ambiente oggi tanto in voga, affogando alcune foglie nel petrolio. Questa fotografia, come molte altre, dimostra come Toscani usasse questa disciplina come monito per un futuro non troppo lontano, per questo il mezzo pubblicitario era il più consono, perché il più diffuso.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Trucco – 2017

    Spesso il trucco è il primo dei nemici delle donne e Oliviero Toscani ha introdotto una vera e propria rivoluzione nella fotografia di moda, fotografando ragazze naturali e spontanee. E se proprio deve essere usato, ci sono nuove frontiere da valicare.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Contadina – 1977

    Oliviero Toscani è sempre stato affascinato da Mike Disfarmer, che per primo, a inizio '900, fotografò i contadini americani, su un fondo bianco, sfruttando la luce naturale proveniente da nord. Questa contadina di Casale Marittimo è fotografata da Toscani seguendo l’insegnamento di quello che considera uno dei suoi Maestri. È l’inizio di un percorso che porterà Toscani ad indagare la condizione umana attraverso i ritratti.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    New York – 2002

    Un anno dopo l’11 settembre il giornale Max chiede a Oliviero Toscani la sua interpretazione di New York. Questa fotografia fa parte del reportage.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Angelo e diavolo – 1991

    Una fotografia tra le più “faticose” per ammissione dello stesso Oliviero Toscani, che dice di avere impiegato anni a trovare i bambini giusti per rappresentare l’angioletto con l’espressione da diavolo e il diavoletto con le sembianze angeliche.
    550,001.500,00
    550,001.500,00

Resta aggiornato