fbpx

Bazaar

Oliviero Toscani Tutte le foto

  • 550,001.500,00

    The Pointer Sisters – 1975

    Era l’anno del terzo album di The Pointer Sisters, poco prima dell’abbandono di Bonnie per la carriera solista. Non erano affatto conosciute all’epoca, ma Oliviero Toscani vedeva in loro la forza multietnica con la quale la musica americana avrebbe rivoluzionato il mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Federico Fellini – 1975

    Oliviero Toscani ricorda la curiosità di Fellini, che entrava nei cortili delle case di Roma per “sbirciare”. Spesso il regista andava a trovare Toscani quando era a Roma, osservandolo mentre lavorava. Questo ritratto è stato realizzato da Toscani proprio in uno studio della Capitale.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Razza Umana – Bambina Guatemala City – 2011

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Manette – 1989

    A proposito di convenzioni, il nostro pregiudizio ci porterà a chiederci, senza poterlo sapere, chi è il criminale e chi il poliziotto a cui appartengono quelle due mani ammanettate tra loro. Questa fotografia venne utilizzata per una campagna di United Colors of Benetton.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • San Francesco 2019 Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    San Francesco – 2019

    Un gruppo di giovani senza veli. Un inno contro le guerre civili, contro le mafie e le violenze urbane dell'identità, contro i feroci conflitti etnici, contro le guerre di faglia e di religione, contro il terrorismo e contro tutti i razzismi risorgenti. “Nudi come San Francesco”.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Le Bambole

    A distanza di più di 30 anni Oliviero Toscani reinterpreta l’immagine delle Bambole, in occasione della riedizione del famoso divano. E anche il simbolo di femminilità è cambiato dal 1973 a quello del XXI secolo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Patonza – 1993

    Questa fotografia fa parte di una serie esposta alla Biennale di Venezia del 1993. Non si sente il bisogno di scomodare i grandi maestri della storia dell’arte per dire che questa immagine ha ben poco di scandaloso e provocatorio. Sommersi dalla banale volgarità di calendari che proliferano come funghi, questa immagine viene equivocata, e l’accusa di apologia del pensiero che vede le donne come oggetto è dietro l’angolo. Niente di più sbagliato. Questa fotografia è finalmente un inno, in larga scala, alla disinvoltura e all’autenticità delle donne. E l’affinità estetica che più ricorda questa immagine il suo significato, non va cercata nella storia dell’arte (L’origine du Monde di Gustave Courbet), ma nelle prime pagine dei giornali che mostravano, negli anni ’70, cortei infiniti di donne che univano indice e pollice della mano destra con quelli della mano sinistra e alzavano, esultanti, le braccia al cielo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Le Bambole – 1973

    In occasione del Salone del Mobile di Milano, Oliviero Toscani realizza per B&B la prima fotografia che rappresenta il Made in Italy, dove coniuga design e moda. Questa fotografia aprirà un nuovo linguaggio della comunicazione.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Andy Warhol – 1975

    Oliviero Toscani incontra Andy Warhol a New York ed entra nel mondo della Factory. Warhol ama essere al centro della scena, e Toscani ha la geniale intuizione di “assoldarlo” come modello per progetti redazionali e pubblicitari. Tra questi anche la campagna Polaroid. Per la multinazionale della fotografia realizza una fotografia surreale: Warhol riveste il ruolo del fotografo, ma dalla sua Polaroid esce un suo autoritratto. Toscani e Warhol rimarranno amici fino alla morte dell’artista.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Matrimonio – 2016

    Il matrimonio ormai è un’istituzione obsoleta per come è concepito, perché adesso può essere fatto in modo molto più fluido e, allora, Oliviero Toscani ti sposa! È sufficiente avere la foto delle proprie nozze per essere sposati e quindi Toscani può officiare matrimoni con chi volete.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Muhammad Ali – 1974

    Muhammad Ali fotografato nel suo campo di allenamento in Pennsylvania mentre si prepara per lo storico incontro con George Foreman.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Priore – 1964

    Oliviero Toscani, mentre frequenta la Kunstgewerbeschule a Zurigo, realizza diversi progetti fotografici. Questa foto fa parte di un reportage sul tema della vocazione e ritrae il priore di Santa Maria delle Grazie a Milano.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Patti Smith – 1973

    In questa foto una giovanissima Patti Smith, ancora sconosciuta e appena arrivata a New York. Oliviero Toscani la incontra, individua subito in questa fresca ragazzina un grande talento e la fotografa nel suo studio a New York.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Modella di primavera – 2014

    Questa fotografia fa parte di una serie nella quale Oliviero Toscani risponde attraverso un redazionale a una domanda che il mondo della moda si pone costantemente: quali sono le top model del futuro?
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Razza Umana – Donna Namibia – 2013

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Fiori – 2008

    Questa fotografia fa parte di un servizio di moda uomo per Vogue Giappone fatto con lo stilista Nicola Formichetti.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Bambina che disegna – 1988

    La figlia di Oliviero Toscani immagina la sorellina a poche settimane dalla nascita, per una gioiosa campagna Prenatal.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Carmelo Bene – 1972

    Il grande Carmelo Bene rispose con un piccato “c’è qualcosa che non va?” a un Oliviero Toscani stupefatto di vederlo trasandato mentre lo stava fotografando per Vogue Italia.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Famiglia e colori – 1990 foto di Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Famiglia e colori – 1990

    La fotografia di Oliviero Toscani anticipa i tempi e ci suggerisce ancora una volta che lo stereotipo di famiglia che la società di massa vuole imporre è ormai superato: il sesso e la razza non sono più un discrimine.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Razza Umana – Bambino Antigua – 2011

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Giovani – 2004

    Questa immagine ci offre uno spaccato di modernità, mostrando la freschezza e la potenza di una gioventù che sta ridisegnando il mondo attraverso altri canoni.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    New York – 1963

    Nel 1963 Oliviero Toscani, ancora studente, si reca per la prima volta a New York, invitato da Pan Am per la quale ha vinto un concorso fotografico. È catturato dal fermento e vivacità culturale della città, dove trascorrerà un lungo periodo della sua vita professionale. Questa foto fa parte di un reportage su New York, pubblicato dal settimanale l’Europeo, e accompagnato da un testo dello scrittore John Steinbeck.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Maschera 2004 Foto di Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Maschera – 2004

    Fotografia beauty bianconero a colori.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Famiglia reale 2015 Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Famiglia Reale – 2015

    Per il marchio Roleski Oliviero Toscani supera i confini e fonda la Libera Real Repubblica di Roleski, che non ha leggi, ma ha un proprio inno che parla di democrazia, amore e libertà. Qui si può vedere un membro della “famiglia reale”, molto distante dal concetto di nobiltà che può venire in mente a tutti.
    550,001.500,00
    550,001.500,00

Resta aggiornato