fbpx

Bazaar

Oliviero Toscani Tutte le foto

  • 550,001.500,00

    Razza Umana – Uomo Cartagena – 2014

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Foglie e petrolio – 1997

    Oliviero Toscani anticipò il tema dell’ambiente oggi tanto in voga, affogando alcune foglie nel petrolio. Questa fotografia, come molte altre, dimostra come Toscani usasse questa disciplina come monito per un futuro non troppo lontano, per questo il mezzo pubblicitario era il più consono, perché il più diffuso.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Filo Spinato – 1996

    Fili spinati arrivati da ogni parte del mondo. Una sorta di archivio che mostra la follia umana della guerra.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Lusso – 2015

    Elle, nelle varie edizioni del mondo, è il giornale per il quale Oliviero Toscani ha lavorato di più e a sua volta lui stesso è il fotografo più presente nella storia della rivista. Sono tanti i numeri monografici interamente realizzati da Toscani e questa fotografia viene proprio da uno di questi, dedicato al tema del lusso.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Le Bambole – 1973

    In occasione del Salone del Mobile di Milano, Oliviero Toscani realizza per B&B la prima fotografia che rappresenta il Made in Italy, dove coniuga design e moda. Questa fotografia aprirà un nuovo linguaggio della comunicazione.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Animali – 2005

    Il gruppo con maschere animali è legato a una campagna per un marchio che produce cibo per cani e gatti: Oliviero Toscani ci dice che gli animali sono molto più pazienti con noi di quanto noi siamo con loro e, se vedessimo il mondo con i loro occhi, forse vedremmo un mondo migliore.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Modella con fiori – 2015

    Quando Oliviero Toscani si affaccia al mondo della moda questa era una ingessata, con modelle in pose plastiche e dall’aria solenne. Toscani invece sceglie di uscire da questi canoni, di fotografare le ragazze allegre e spensierate, nei loro comportamenti quotidiani. Le sue fotografie sono vive e allegre come mai si era visto prima, e scansano quell’aura di sacralità vetusta che i giornali di moda pubblicavano senza sosta.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Federico Fellini – 1975

    Oliviero Toscani ricorda la curiosità di Fellini, che entrava nei cortili delle case di Roma per “sbirciare”. Spesso il regista andava a trovare Toscani quando era a Roma, osservandolo mentre lavorava. Questo ritratto è stato realizzato da Toscani proprio in uno studio della Capitale.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Mazzo di fiori 1990 Foto Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Mazzo di fiori – 1990

    Offrire un mazzo di fiori è il gesto più semplice e puro per comunicare con un’altra persona.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Roma – 1969

    Oliviero Toscani alla fine degli anni ’60 collabora con numerosi giornali di moda italiani, ma il salto di qualità internazionale avviene nel 1969, quando Harper’s Bazaar America gli affida l’incarico per un servizio di Alta Moda a Roma. Oliviero Toscani porta le modelle in strada e realizza fotografie in movimento, dinamiche, che rompono i cliché dei servizi di moda tradizionali. Questa foto fa parte di quella serie.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Divisa – 1994

    Durante la guerra dell’ex Jugoslavia, Oliviero Toscani si fa spedire la divisa ancora insanguinata di un soldato croato appena ucciso e diffonde l’immagine per mostrare il concreto risultato della guerra. Divenne l’immagine simbolo dell’orrore bellico, senza mostrare morti, senza mostrare bombe.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Seminaristi – 1962

    Questa foto fa parte di un reportage sul rapporto clero-mafia che Oliviero Toscani ha realizzato per il settimanale l’Europeo, nel corso del periodo scolastico alla Kunstgewerbeschule di Zurigo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Asino – 2005

    Oliviero Toscani è incaricato di realizzare un’azione di comunicazione sul tema dell’alta tecnologia. Propone così una mostra dal titolo HARDWARE+SOFTWARE. E chi rappresenta il massimo della morbidezza e al contempo il massimo della durezza? L’asino. Questa fotografia fa parte di quella mostra che ha girato l’Europa, dove sono state esposte decine di immagini di asini in scala 1:1.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Nuova bellezza svedese – 1995

    Per il giornale svedese TID, una serie di ritratti di personaggi per illustrare la morfologia dei nuovi svedesi. Questa fotografia è il ritratto moderno della famosa bellezza della bionda ragazza svedese.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Razza Umana – Bambino Antigua – 2011

    Dal 2007 Oliviero Toscani ha dato vita al progetto ‘Razza Umana’, con il quale ha girato mezzo mondo ritraendo persone nelle piazze e nelle strade, mettendo in piedi uno studio itinerante. Forse è dalle parole di Achille Bonito Oliva che emerge forte il senso di questo grande progetto: “Nella ‘Razza Umana’, una galleria infinita di ritratti di varia e anonima umanità, la fotografia non è casuale e istantanea, non è il risultato di un raddoppiamento elementare, bensì di una messa in posa che complica e rende ambigua la realtà di cui parte. In definitiva la “razza umana” è frutto di un soggetto collettivo, lo studio di Oliviero Toscani inviato speciale nella realtà della omologazione e della globalizzazione. Con la sua ottica frontale ci consegna una infinita galleria di ritratti che confermano il ruolo dell’arte e della fotografia: rappresentare un valore che è quello della coesistenza delle differenze”. Questo è in sostanza uno studio socio-politico, culturale e antropologico. Toscani fotografa la morfologia degli esseri umani, per vedere come siamo fatti, che faccia abbiamo, per capire le differenze. Prende impronte somatiche e cattura i volti dell'umanità. Centinaia di set e decine di mostre sono state dedicate al progetto in molti Paesi del mondo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Patti Smith – 1973

    In questa foto una giovanissima Patti Smith, ancora sconosciuta e appena arrivata a New York. Oliviero Toscani la incontra, individua subito in questa fresca ragazzina un grande talento e la fotografa nel suo studio a New York.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Cimitero di guerra – 1991

    Con questa fotografia Oliviero Toscani parla della morte e dell’assurdità della guerra senza far vedere una goccia di sangue. Siamo nel 1991, l’anno della prima guerra del Golfo.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • Arabo e Israeliano – 2007 Oliviero Toscani
    550,001.500,00

    Arabo e Israeliano – 2007

    La fotografia è il mezzo di comunicazione contemporaneo più potente e può tutto, persino giocare con uno dei contrasti più marcati della storia, unendo ebrei e arabi in un costruttivo confronto anche generazionale. Guardandosi negli occhi.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Giovani – 2004

    Questa immagine ci offre uno spaccato di modernità, mostrando la freschezza e la potenza di una gioventù che sta ridisegnando il mondo attraverso altri canoni.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Sesso e tecnologia – 2014

    Il rapporto dei giovani con il sesso, per un servizio di ELLE France del 2015, è il tema della fotografia che ci mostra un ragazzo e una ragazza che nemmeno durante l’amplesso rinunciano a essere connessi.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Mick Jagger – 1973

    Nel 1973 esce uno dei pezzi più riconoscibili dei Rolling Stones: Angie, dall’album Goats Head Soup. Oliviero Toscani fotografa Mick Jagger, leader degli Stones, a New York per la rivista Vogue.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Randagio – 2010

    Un cane randagio per il calendario “razza bastarda” che, sfottendo i calendari patinati, ci parla del problema del randagismo, soprattutto in Sicilia, dove è stata realizzata questa immagine.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Cavalli – 1996

    Tra i grandi fotografi è diffusa l’usanza di usare set hollywoodiani, con produzioni costosissime. Per Oliviero Toscani non vale la stessa cosa: questi due cavalli sono del suo allevamento e la componente cromatica è stata presa al balzo per creare l’ennesima, gioiosa campagna United Colors of Benetton. Lo stesso Toscani ha raccontato anni dopo di essere stato preoccupato per giorni per la difficoltà di realizzazione di quella foto: il primo scatto, invece, si è rivelato quello giusto.
    550,001.500,00
    550,001.500,00
  • 550,001.500,00

    Gemelli – 2005

    Un intero calendario dal tema “Baciami” per Aldo Coppola. Questo è il mese di agosto.
    550,001.500,00
    550,001.500,00

Resta aggiornato